Who I am?

16831149_10211048918086449_5109374332563969427_n
Ita Francesco è un fotografo fiorentino nato nel 1990.

Ha studiato comunicazione e giornalismo presso l’Università di Firenze e attualmente collabora con alcuni giornali locali  e agenzie,  segue un progetto sull’Alzheimer promosso dall’opera di santa Maria del Duomo di Firenze.

Alcuni  suoi scatti sono stati pubblicati su Sony Italia, sul Corriere Fiorentino, nella sezione concorsi del National Geographic (“Luoghi e Paesaggi”, 2015; concorso internazionale “Emotions” secondo classificato della categoria paesaggi).

Ha partecipato ad esposizioni collettive come il progetto “Mnemosine” (Palazzina Uzielli e Circolo di Petroio, Vinci, 2017) e “La Strada, La Vita, L’Amore” (Darkroom Gallery, Bologna, 2017); recentemente si è tenuta una sua mostra personale (Castelfiorentino).

Francesco spazia dal reportage, a street photograpy, a fotogiornalismo, a ritratti e paesaggi.

Il suo lavoro, molto articolato ed eterogeneo, è caratterizzato da un sotteso fil rouge.Attraverso la fotografia, prevalentemente in bianco e nero, “ricerca l’attimo”, quel momento in cui tutto si ferma ed è sospeso. La sospensione non è casuale, poiché lo scatto avviene in momenti precisi, immortalando movimenti, sguardi, gesti, ombre, equilibri e contrasti di luce. I suoi scatti catturano le emozioni.Emozioni che scorrono, cambiano e si disperdono nella nostra società fluida, ma che restano impresse nelle opere di Francesco Nigi. (Alessia Simonetti)

Eng Francesco is a Florentine photographer. Born in 1990, he studied Communication and Journalism at the University of Florence. He is currently working for some local newspapers and collaborating on the Alzheimer project promoted by the Opera Santa Maria del Duomo of Florence. Some of his pictures have been published in Sony Italia, Corriere Fiorentino and in the competition section of the National Geographic (“Luoghi e Paesaggi”, 2015; international competition “Emotions”-second place in Landscape category-).

Francesco participated in some collective exhibitions, such as “Mnemosine” project (Palazzina Uzielli and Circolo Petroio, Vinci, 2017) and “La Strada, La Vita, L’Amore” (Darkroom Gallery, Bologna, 2017). He has recently held a solo exhibition in Castelfiorentino.

His pictures range from reportage to street photography, photojournalism, portraits and landscapes.

A fil rouge can be identified among his heterogeneous works: through photography, mainly black-and-white, he seizes the moment, that moment when everything stops. It doesn’t happen by chance, as his photos capture movements, gazes, gestures, shadows, balanced and contrasting lights. Francesco captures emotions and feelings which usually flow, change and fade in our liquid modernity.

 

Annunci